· 

Le paure immotivate, cosa sono? Come affrontarle? Come liberarsene?  

 

Parlando con diverse persone molte volte si scopre che, alcune di esse, hanno delle paure immotivate che gli causano serie difficoltà nella vita quotidiana, nel rapporto con se stessi e con gli altri.

 

Prima di andare avanti però è bene specificare cosa si intende per “paure immotivate”.

 

Le “paure immotivate” sono paure che all’apparenza non hanno ragione di esistere, sono reazioni ad eventi che oggettivamente non hanno una reale motivazione per cui averne paura, nonostante ciò però gli effetti soggettivi sulle singole persone sono evidenti e alle volte anche difficili da gestire per la persona stessa.

 

Possiamo fare l’esempio di chi ha paura di alcuni insetti, oppure degli animali, senza una reale motivazione, cioè senza che ci sia stato nella storia di quella persona un evento che giustifichi realmente la paura.

 

Se da piccolo sei stato punto da un’ape allora la tua paura delle api è più che motivata! Sarebbe motivata anche se nel tuo vissuto avessi visto soffrire una persona accanto a te per la puntura di un’ape ma, ad esempio, può non avere senso una paura delle mosche, che certamente sono fastidiose ma non pericolose. O ancora, risulta ancor più immotivata la paura delle piume degli uccelli, eppure pare che questa forma bizzarra di paura sia molto comune.  

 

“La paura immotivata” non è collegata direttamente alla cosa della quale abbiamo paura, ma si origina da qualcosa di più profondo, un pensiero o un’azione vissuta in passato e che in qualche modo ha creato un legame ad uno stato emotivo e psicologico che poi ha originato “la paura immotivata”.

 

Ci sono tanti generi diversi di “paure immotivate”, ad esempio: paura di prendere l’ascensore, di scendere le scale, di affacciarsi al balcone, paura dell’acqua, dei cani, dei gatti, dei ragni. Generalmente le persone nel tempo imparano a convivere con queste paure non attribuendo loro troppa importanza, a volte dandole per scontate ma di fatto queste paure possono originare poi dei comportamenti che complicano la propria esistenza. Ad esempio, la paura dell’ascensore può essere un problema se si deve raggiungere il 9° piano di un palazzo. E se ci si trovasse a New York e si dovesse salire al 60° piano di un grattacielo?

 

Quando una persona si ritrova davanti all’evento scatenante della “paura immotivata” potrebbe ritrovarsi improvvisamente a vivere uno stato d’ansia particolarmente intenso,  sono proprio questi momenti ì più “pericolosi” e difficili da gestire se non si è consapevoli della propria paura.

Per alcune persone, queste paure, diventano addirittura invalidanti!

 

Lavorando su di sé è possibile prendere coscienza di queste paure sino a giungere ad estirpare nel profondo di se stessi ciò che le ha originate. Una volta fatto questo sarà possibile risolvere quel disagio interiore che complica la nostra vita quotidiana! Vivendo finalmente con serenità ed armonia quell’evento che prima dava vita alla “paura immotivata”.

 

Attraverso la disciplina de “Il Rubino 1”, appresa nel seminario stesso, questo processo di interiorizzazione e rielaborazione del vissuto passato si semplifica, si velocizza e si risolve.

 

Utilizzando una particolare tecnica si va ad identificare e prendere coscienza della convinzione profonda, di un evento passato che, inconsciamente e nel tempo, si è legata ad un qualcosa di apparentemente estraneo e che ha dato origine alla paura immotivata. Infatti, poi accade che, la persona, trovata la convinzione alla base della paura immotivata, si stupisca di non trovare una spiegazione razionale nel legame tra le due.

 

La chiave del tutto sta nel prendere consapevolezza di questo meccanismo inconscio. Attraverso un corretto metodo di lavoro su se stessi, quindi utilizzando l’Applicazione per le Paure Immotivate del Rubino 1, ovvero, l’ausilio di uno “strumento” energetico efficace, sarà possibile risolvere nell’inconscio importanti disagi della propria esistenza e quindi, finalmente, poter dire addio alle “paure immotivate”.

Scrivi commento

Commenti: 0